Connect with us

News

MGS CAMPANIA: “Non lasciamo indietro nessuno”

Published

on


Qualcuno aveva provato a spiegare che certe decisioni politiche avrebbero potuto mettere in crisi tutti i paesi dinanzi a eventi straordinari, ma ogni tipo di avviso è andato inascoltato. Certo, nessuno mai avrebbe immaginato che una pandemia nel 2020 avrebbe fatto vacillare l’occidente e la sua economia come stiamo assistendo in queste ore.

Nessuno dei politici italiani che, provvedimento dopo provvedimento, ha smantellato il sistema sanitario nazionale in favore dei privati, immaginava di essere complice della sofferenza di così tanti cittadini. L’emergenza sta mettendo a nudo tutte le debolezze e incongruità del sistema economico capitalista e a pagarne le conseguenze sono soprattutto i più giovani. In una società ordinariamente caratterizzata da precarietà e assenza di tutele, i giovani sono i soggetti a cui ogni diritto è negato.

In un momento straordinario, come quello che stiamo vivendo, diventano poi dei veri e propri fantasmi. Chi vive di lavoretti, in regime di ritenuta d’acconto, o chi con partita iva, iscritto alla Cassa di appartenenza, in queste settimane vede negarsi qualsiasi forma di assistenza. Nessuna misura è pensata per chi da poco si è affacciato al mondo del lavoro. Come dire: eri abituato a vivere senza soldi, puoi anche continuare a farlo.

I riders come i giovani avvocati che risentono al pari, se non di più, delle altre categorie professionali la crisi lavorativa e economica, sono privi di alcun sostegno al reddito, perchè alcuna misura è prevista o con criteri troppo stringenti. Ciò che più rattrista chi scrive è che nella nostra regione, la Campania, causa assenza di politiche attive per il lavoro in tantissimi si trovano in questa situazione. Una fascia della popolazione trasversale che abbraccia in particolare i giovani tra i 25 ed i 35 anni, ma copre anche padri di famiglia che hanno perso il lavoro e non riescono più a trovare qualcosa di stabile e tutelato.

In molti saranno costretti a rivolgersi ai parenti più prossimi, ma non tutti hanno questa opportunità. Per questo è necessario intervenire con forza con dei provvedimenti a favore di chi è più esposto. In particolare, in Campania, dove è altissimo il numero di lavoratori precari ed atipici, servono provvedimenti che tutelino questi soggetti.

Mgs Campania chiede al Governo di non lasciare indietro davvero nessuno con due provvedimenti da attuare subito:

  • ampliamento del fondo di emergenza per le casse private con obbligo di destinare questa quota ai professioni iscritti a cassa, con una dichiarazione dei redditi per l’anno 2018 inferiore ai 35mila euro, che sono rimasti esclusi dal bonus nonché per la copertura dei contributi per il 2020 per tutti coloro che hanno visto una netta diminuzione del proprio reddito professionale, con la possibilità di chi ha già pagato di portare l’importo a compensazione con quello dell’anno precedente o successivo in base alle regole di ciascuna cassa privata;
  • aprire un fondo di emergenza per tutti i lavoratori pagati tramite ritenuta di acconto e destinare loro lo stesso importo di 600 euro previsto per le altre categorie; e alla Regione Campania di istituire un fondo, per quando l’emergenza sarà finita, con il quale contribuire all’acquisto o al fitto di beni materiali indispensabili all’attività lavorativa dei giovani più colpiti dalla crisi.

Movimento Giovanile della Sinistra
Campania


Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook

Leggi

Blog4 mesi ago

Elezioni universitarie a Torino

Come succede ogni due anni anche in questo particolare anno accademico si sono svolte le elezioni studentesche all’Università di Torino....

Blog4 mesi ago

Mai più avrai sedici anni

Questo titolo era una frase inserita in un ritornello di una canzone un po’ datata di due grandi artisti Claudio...

Blog5 mesi ago

Se Zingaretti si vergogna del Pd

La notizia delle dimissioni di Nicola Zingaretti da segretario del PD non è arrivata come un fulmine in una giornata...

Blog5 mesi ago

Riders, ennesima sconfitta della politica

Il tema di quei tanti ragazzi e non soltanto che girano le nostre città con tutti le situazioni meteorologiche possibili é caldo...

Blog5 mesi ago

Siamo solo al primo tempo

Ieri è avvenuto l’avvicendamento. Forse non si era ancora pronti o fino alla fine non ci si voleva credere, ma...

Blog6 mesi ago

Sinistra, quattro risposte per Concita De Gregorio dal segretario di MGS

Sono il segretario di una organizzazione giovanile che ha nel nome la parola sinistra. Ne vado orgoglioso. Per cui il...

Blog6 mesi ago

Perché il PCI parla ai giovani

21 gennaio 1921-21 gennaio 2021. Sono passati 100 anni da quel giorno in cui l’ala sinistra e massimalista del Partito...

Blog6 mesi ago

Oggi, cento anni del P.C.I

“Noi siamo convinti che il mondo, anche questo terribile, intricato mondo di oggi può essere conosciuto, interpretato, trasformato, e messo...

Blog8 mesi ago

MANIFESTO 2020 – Il tempo di una nuova identità

L’anno della lotta alla pandemia sarà inevitabilmente uno spartiacque della storia. Ci sarà un mondo prima e un mondo dopo...

Blog12 mesi ago

Riders, non è più tempo di scherzare

Viviamo gli anni 20 del 2000. Siamo completamente inzuppati all’interno della modernità, all’interno di un mondo molto diverso e forse...